cancellazione definitiva di file in un click

hdd
come tutti sapete quando si cancella un file anche svuotando il cestino si lasciano sempre delle tracce nell’hard disk (non ricordatelo ad Alberto Stasi), e l’unico modo per cancellare definitivamente o quasi un file è riscriverci sopra con una serie di passate (una non basta).
mi sono perciò realizzato uno script complicatissimo per effettuare ciò.
lo script l’ho chiamato HardEraser.
copiate questo su un file:

#!/bin/sh
#cancellazione definitiva file
shred -vun10 "$1"

lo chiamate come cazzo vi pare (io lho chiamato HardEraser)
lo rendete eseguibile o tramite nautilus o con

sudo chmod +x ilfilecheavetechiamatocomecazzovipare

lo mettete in /home/vostroNomeUtente/gnome2/nautilus-scripts
ora cliccando col destro su un file sciegliete >script>HardEraser (o come avete chiamato lo script)
questo verra cancellato definitivamente.
non funziona con intere directory o selezionando file mutipli (per ovvie ragioni).
se volete delle info in più su shred
o meglio man shred nel terminale
ps il file cancellato sarà irrecuperabile (ammeno che non facciate parte dei R.I.S).
se volete che lo script sia in grado di cancellare file multipli sostituite $1 con $@ (ma io non mi prendo responsabilità se cancellate per sbaglio un file importante).

importante:

come mi è stato fatto notare sia da Muflone che da elrond questo programma (shred ) non garantisce il corretto funzionamento con questo tipo di file system:

JFS, ReiserFS, XFS, Ext3, etc

CAUTION: Note that shred relies on a very important assumption: that the file system overwrites data in place. This is the traditional way to do things, but many modern file system designs do not satisfy this assumption.

The following are examples of file systems on which shred is not effective, or is not guaranteed to be effective in all file system modes:
* log-structured or journaled file systems, such as those supplied with AIX and Solaris (and JFS, ReiserFS, XFS, Ext3, etc.)

Annunci

9 pensieri su “cancellazione definitiva di file in un click

  1. certo che invitare a leggere la man page e dimostrare di non averla letta e` abbastanza grave.

    CAUTION: Note that shred relies on a very important assumption: that the file system overwrites data in place. This is the traditional way to do things, but many modern file system designs do not satisfy this assumption.

    The following are examples of file systems on which shred is not effective, or is not guaranteed to be effective in all file system modes:
    * log-structured or journaled file systems, such as those supplied with AIX and Solaris (and JFS, ReiserFS, XFS, Ext3, etc.)

    1. purtroppo io con “leggerezza” mi ero letto la parte riguardante le opzioni di cancellazione e non avevo propio fatto caso a questo, che mi è stato fatto notare anche da elrond sul forum ubuntu-it.
      ti ringrazio per la segnalazione, la includerò nell’articolo.
      conosci qualcosa simile a shred che faccia quello che serve su tutti i tipi di file system?

      1. la nota che hai aggiunto non e` sufficiente, ci sono anche altri casi, ben documentati sulla manpage, come file system compressi, file system in rete, file system con snapshot.

  2. Muflone :
    la nota che hai aggiunto non e` sufficiente, ci sono anche altri casi, ben documentati sulla manpage, come file system compressi, file system in rete, file system con snapshot.

    cacchio, ma allora a che serve ‘sto shred?
    comunque non posso pubblicare tutto il man page, chi vuole si documenta (lo scritto leggere le pagine di man).
    vorrei poter fare dei test di recupero dati su file cancellati con rm è su file cancellati con shred per vedere se sono più o meno recuperabili, appena ho tempo da perdere lo faccio.

    1. shred serve a sovrascrivere i dati con piu` passate.
      non puo` di certo superare i limiti del file system.

      P.S. correggi pure il titolo, detesto i titoli con errori di battitura, mi danno un senso di degrado.

      1. ok, grazie!
        ps ho fatto solo le medie inferiori abbi pazienza 🙂 (ci provo ad essere ordinato e corretto, ma non ho metodo)

      2. figurati, mi hai evitato che altri lo facessero, meglio il commento di uno che “conosco” che quello di un estraneo.
        mia mamma lo dice sempre: e meglio che te lo faccia notare io che un altro (questo quando sbaglio qualcosa), e siccome ti reputo un amico (anche se non ci conosciamo di persona) i tuoi commenti sono sempre ben accetti, tanto più se mi aiuti a correggere gli errori/orrori (mi eviti brutte figure con altri).
        ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...